E-commerce 2024: 9 trend da cavalcare per il futuro online

Art 1 cover

È stato un anno incerto per il retail, definito dall’inflazione e dal costo della vita. In alcuni paesi in ottobre i volumi di vendita hanno toccato un minimo storico dal febbraio 2021.

E mentre anche l’e-commerce ha avuto un anno difficile, le vendite come percentuale del totale retail sono cresciute dall’estate.

Quindi, mentre il retail si lancia nel suo periodo più impegnativo, cosa darà agli e-commerce un ulteriore vantaggio mentre guardano al 2024?

Continua a leggere per scoprire i migliori trend da cavalcare nel 2024.

1. Concentrati sull’aumentare l’agilità operativa

L’agilità operativa è diventata una vera e propria spina dorsale per le aziende che cercano di navigare nel tumultuoso mare del commercio al dettaglio. Angus Knights, Product Manager presso ParcelLab, sottolinea che “La linea tra successo e fallimento è definita dall’esperienza cliente e dall’agilità operativa.”

È cruciale l’importanza di comprendere e soddisfare le aspettative dei clienti in ogni punto di contatto, dalla navigazione e acquisto fino alla consegna e al supporto post-vendita.

Le aziende devono quindi adattarsi rapidamente ai cambiamenti di mercato, alle interruzioni della catena di approvvigionamento e ai comportamenti dei consumatori in evoluzione. L’adozione di tecnologie avanzate e l’analisi dei dati giocano un ruolo fondamentale nell’anticipare le tendenze e rimanere competitivi. In questo scenario, le aziende che eccellono nell’agilità operativa, sfruttando strumenti tecnologici e analitici per rimanere all’avanguardia, si distinguono nettamente nel panorama dell’e-commerce.

2. La crescita del retail ibrido

Parallelamente, assistiamo a un’evoluzione significativa del retail ibrido, che fonde l’esperienza d’acquisto online e offline in un continuum senza soluzione di continuità.

James Gurd, esperto di Digital Juggler, evidenzia come la scelta della piattaforma tecnologica influisca direttamente sulla selezione della tecnologia in-store. Questi sistemi possono non solo semplificare la gestione dell’inventario e delle vendite, ma abilitare anche una maggiore connettività dei dati tra vendite online e fisiche.

Inoltre, il passaggio di marchi e-commerce D2C (Direct-to-Consumer) verso l’apertura di punti vendita fisici sta diventando sempre più popolare. Espandere la propria presenza nel retail fisico non solo incrementa il traffico web, come dimostrano i dati di Shopify, ma potenzia anche l’e-commerce, con un incremento medio del 37% del traffico web. Questa strategia sottolinea come l’espansione nel mondo fisico possa fungere da catalizzatore per la crescita digitale.

Un altro aspetto interessante è la diversificazione dello spazio retail, che trasforma i negozi da semplici spazi di vendita a ambienti ibridi e multifunzionali. Brand come Ralph Lauren e Uniqlo, ad esempio, hanno introdotto all’interno dei loro negozi aree gioco e caffetterie, creando punti di incontro e socializzazione che trascendono l’atto d’acquisto.

3. Esperienza Utente globale: verso un commercio “Multi-Locale”

Nel contesto attuale dell’e-commerce, l’esperienza utente (UX) assume una nuova dimensione grazie alla strategia di commercio “multi-locale”. Jonathan Sheard, Vice Presidente delle Vendite presso ESW, riflette su questa evoluzione, sottolineando che “La concorrenza nell’e-commerce rimarrà feroce per tutto il 2024 e l’esperienza cliente (CX) sarà il differenziatore critico.”

L’approccio “multi-locale” consente ai brand di offrire un’esperienza d’acquisto senza soluzione di continuità a clienti di tutto il mondo, espandendo significativamente la loro portata e distinguendosi per qualità del servizio.

Questa strategia risponde alla crescente tendenza degli acquisti online su scala globale, in cui i consumatori cercano prodotti e marchi in un vasto bacino internazionale, non limitandosi ai fornitori domestici. Implementare un commercio “multi-locale” significa adattare siti web, contenuti e processi di acquisto alle specificità locali, dalla lingua alla valuta, dalle modalità di pagamento alle opzioni di spedizione, migliorando così significativamente l’Esperienza Utente e Cliente.

4. Canali di proprietà = pubblico di proprietà

L’importanza dei canali e del pubblico di proprietà è in aumento, in un panorama digitale in cui la concorrenza si fa sempre più accesa e i canali di terze parti diventano più costosi e meno efficaci.

Wulfric Light-Wilkinson, GM presso Wunderkind International, afferma che “Possedere e ottimizzare i canali di proprietà diventerà il fattore definitorio nel performance di e-commerce di successo.” L’attenzione si sposta quindi sul valorizzare i contatti diretti con i clienti, sfruttando email, siti web e piattaforme social come canali primari per acquisizione e fidelizzazione.

In questo scenario, la personalizzazione e l’ottimizzazione dei dati di prima parte diventano cruciali. I brand possono sfruttare queste informazioni per creare esperienze su misura, migliorando il ROI delle spese di marketing e, al contempo, offrendo un’esperienza cliente più ricca e personalizzata.

Concentrarsi su canali e pubblici di proprietà permette ai marchi di costruire relazioni dirette e durevoli con i loro clienti, un asset fondamentale per il successo nel dinamico mondo dell’e-commerce.

5. L’impatto del Machine Learning sull’e-commerce

Il Machine Learning (ML) sta emergendo come una delle tecnologie più influenti nel settore dell’e-commerce, promettendo di rivoluzionare il modo in cui i marchi interagiscono con i clienti. Wulfric Light-Wilkinson di Wunderkind International illustra questo punto di svolta, sottolineando che “viviamo attraverso un altro di questi momenti cruciali: il boom dell’IA.”

Tuttavia, evidenzia l’importanza di non lasciarsi trascinare dall’hype e di concentrarsi sulle funzionalità pratiche del ML, che possono realmente potenziare le esperienze di marketing e di acquisto online.

Un esempio concreto dell’applicazione del ML nell’e-commerce è l’evoluzione dei motori di raccomandazione. Questi sistemi, alimentati dall’IA, permettono di analizzare in modo approfondito i comportamenti dei clienti e di fornire suggerimenti di prodotto estremamente personalizzati, migliorando le conversioni e incrementando il valore medio degli ordini.

Inoltre, il commercio conversazionale, come le chatbot ottimizzate dall’IA, sta diventando sempre più richiesto dai consumatori per una comunicazione diretta e personalizzata durante il percorso d’acquisto.

6. Consegna rapida: vantaggio competitivo ineguagliabile

La consegna rapida si sta affermando come uno dei trend più rilevanti per l’e-commerce nel 2024, sottolineando l’importanza crescente della gratificazione istantanea nei comportamenti d’acquisto online.

Rory O’Connor, fondatore e CEO di Scurri, osserva che “l’ascesa continua dei servizi di consegna rapida e in formato veloce rimarrà una delle tendenze in primo piano per il 2024.” Questo trend riflette l’esigenza dei consumatori di ricevere i prodotti acquistati nel minor tempo possibile, influenzando direttamente la loro decisione di acquisto.

Per i rivenditori, ciò significa che le opzioni di consegna devono essere evidenziate il più presto possibile all’interno del percorso del cliente, assicurando che l’articolo desiderato sia disponibile nel tempo richiesto.

Gestire efficacemente questo aspetto richiede un controllo accurato su tutti i pilastri della gestione della consegna, dal costo all’esperienza del cliente, passando per operazioni, problemi e crescita.

L’innovazione continua e la capacità di offrire nuove soluzioni di consegna saranno decisive per mantenere un vantaggio competitivo nel mercato dell’e-commerce del 2024.

7. Fulfillment localizzato e sostenibilità dell’ultimo miglio

Il concetto di fulfillment localizzato e le pratiche sostenibili nell’ultimo miglio stanno guadagnando terreno come componenti chiave per un’e-commerce logistica responsabile e efficiente.

Angus Knights di ParcelLab sottolinea l’importanza di spostarsi verso pratiche logistiche più ecologiche, inclusa l’adozione di veicoli elettrici per le consegne e la riduzione dei rifiuti di imballaggio. “Ci sarà un significativo cambiamento verso pratiche logistiche più sostenibili e rispettose dell’ambiente,” afferma Knights, evidenziando come queste iniziative non solo migliorino l’efficienza delle consegne, ma rispondano anche alle crescenti aspettative dei consumatori per un e-commerce più verde.

Inoltre, l’aumento dei centri di fulfillment localizzati mira a velocizzare i tempi di consegna e ridurre i costi, offrendo ai consumatori un servizio più rapido e conveniente.

L’adozione di soluzioni di tracciamento in tempo reale e opzioni di self-service per la gestione delle consegne aumenta la trasparenza e il controllo per i clienti, segnando un passo verso un panorama logistico dell’e-commerce più reattivo, efficiente e focalizzato sul cliente nel 2024.

8. Personalizzazione post-acquisto

La personalizzazione della comunicazione post-acquisto si sta affermando come un potente strumento per trasformare gli acquirenti occasionali in clienti fedeli. Rory O’Connor di Scurri evidenzia l’opportunità di capitalizzare sul periodo post-acquisto per rafforzare la lealtà al marchio attraverso comunicazioni altamente coinvolgenti.

“La comunicazione personalizzata post-acquisto può trasformare gli acquirenti una tantum in acquirenti ripetuti,” osserva O’Connor, sottolineando come queste interazioni possano servire a promuovere ulteriori prodotti, offerte speciali, e incoraggiare le recensioni, contribuendo così a crescere relazioni dirette con i clienti e a incoraggiarli a tornare e acquistare di nuovo.

La chiave per un efficace approccio post-acquisto risiede nell’uso ottimizzato dei dati di prima parte per offrire esperienze su misura che non solo garantiscano un ritorno sull’investimento in termini di spesa di marketing, ma migliorino anche l’esperienza cliente complessiva.

Questo, a sua volta, può fare la differenza nel successo dell’e-commerce, aiutando i marchi a distinguersi in un mercato sempre più affollato e competitivo.

9. Fusioni e acquisizioni omnicanale

Il panorama dell’e-commerce sta assistendo a una trasformazione significativa attraverso fusioni e acquisizioni, che rimodellano continuamente il tessuto del commercio omnicanale.

Sue Azari, consulente di settore e-commerce presso AppsFlyer, sottolinea come “le fusioni e acquisizioni continueranno a spostare il paesaggio omnicanale nel 2024.” Questo processo non solo espande la quota di mercato e la portata globale dei brand retail in crescita, ma integra anche le esperienze di acquisto online e offline, creando un ecosistema di shopping senza soluzione di continuità.

Un esempio lampante è l’acquisizione da parte di Shein del marchio di moda britannico Missguided, che ha permesso all’azienda di stabilire una presenza fisica e, contemporaneamente, di espandere la presenza online di Forever 21. Queste mosse strategiche dimostrano l’importanza di un approccio integrato al retail, dove le esperienze digitali e fisiche si rafforzano a vicenda.

Affidati agli esperti di logistica, spedizioni ed e-commerce

In un mondo dell’e-commerce sempre più complesso e in rapida evoluzione, l’affidabilità, l’efficienza e l’innovazione nella logistica e nelle spedizioni diventano fattori decisivi per il successo. Come evidenziato dalle tendenze e dai commenti degli esperti del settore, dall’agilità operativa alla personalizzazione post-acquisto, e dalla sostenibilità dell’ultimo miglio alle strategie di commercio globale, è chiaro che l’e-commerce di domani richiederà una gestione logistica all’avanguardia.

Affidarsi a partner logistici esperti, che comprendono la complessità del mercato attuale e possiedono le competenze per navigarlo, può fare la differenza. Il giusto professionista non solo ti offrirà soluzioni innovative per affrontare le sfide logistiche, ma fornirà anche il supporto necessario per sfruttare al meglio le opportunità emergenti nell’e-commerce, garantendo che le aziende possano offrire un’esperienza cliente eccezionale.

Mentre le aziende si preparano a navigare nel futuro dell’e-commerce, l’importanza di collaborare con esperti di logistica e spedizione diventa sempre più evidente. Un partner che ti aiuti a ottimizzare le operations è essenziali per costruire un’infrastruttura e-commerce resiliente, sostenibile e orientata al cliente, pronta a fronteggiare le sfide del 2024 e oltre.

La soluzione di Logistica & Spedizioni in outsourcing di Log Solution per navigare nel mondo e-commerce nel 2024 e oltre

Una grossa fetta dell’esperienza d’acquisto per il tuo cliente infatti si gioca nella fase di post check out, quando subentra tutta l’emozione dell’imminente consegna.

Gioia e dolore per tantissimi e-commerce, dal momento che la logistica è proprio il collo di bottiglia che blocca la scalabilità.

Per questo motivo, nasce la Solutzione di Log Solution, che ti consente di liberarti totalmente di tutti i pensieri e di tutti i problemi legati al post vendita: potrai stoccare la merce nel nostro magazzino, progettato e realizzato a misura di e-commerce, e avvalerti dei nostri listini di favore con i principali vettori.

Una soluzione completa di logistica in outsourcing, grazie alla quale potrai demandare all’esterno tutto il processo di post ordine. Ottenendo il più grande beneficio per un imprenditore: toglierti preoccupazioni dalla testa!

Unito a questo, avrai la certezza di offrire ai tuoi clienti gli stessi standard di consegna che trovano nei più grandi marketplace.

Con consegne puntuali in 1/2 giorni lavorativi, cut-off time alle 17, spedizioni internazionali, personalizzazione di pacchi ed etichette, il nostro servizio ti permette di offrire delle condizioni di consegna al pari degli e-commerce top mondiali.

Non un semplice fornitore di spedizioni, un partner a 360° per la crescita della tua azienda.

Se vuoi conoscere più nel dettaglio il nostro servizio, e vuoi capire esattamente modalità, costi e strategie, richiedi una consulenza gratuita.

Riceverai un’analisi dello stato della logistica della tua azienda da parte di uno dei nostri esperti, e potrai valutare se iniziare o meno una collaborazione con noi.

Per richiedere la tua consulenza, compila questo semplice form cliccando qui

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn